Concorso scuola 2014: saranno 14 mila le nuove assunzioni ma non si sa quando

aprile 28th, 2014 | by alessandro
Concorso scuola 2014: saranno 14 mila le nuove assunzioni ma non si sa quando
Mondo scuola
0

Una speranza per 14mila docenti: lo ha annunciato da poco il ministro all’Istruzione Stefania Giannini, sembra che il nuovo concorso per le scuole sia alle porte.  Vediamo le novità sulla notizia sicuramente tanto attesa da molti insegnanti precari, anche se i dubbi e le incertezze rimangono ancora molte.

La novità riguarda tutti i docenti iscritti alla Graduatoria a Esaurimento, meglio conosciuta come GaE, ma anche tutti i neolaureati che erano stati esclusi dal concorsone del 2012, dunque tutti coloro che da anni attendono un concorso pubblico per sperare di essere finalmente assunti di ruolo nelle scuole.

I tempi saranno, tuttavia, ancora lunghi: la Giannini ha, infatti, annunciato in commissione Cultura l’intenzione di avviare la procedura per indire il concorso, ma senza specificare troppo le tempistiche. Quello che sembra certa è il numero di nuovi assunti che saranno reclutati tramite questo nuovo concorso, che comunque dovrebbe essere pubblicato entro fine anno: 14 mila saranno i nuovi docenti assunti.

In tutto le nuove assunzioni che la Giannini vuole inserire nell’universo scuola nei prossimi anni è di circa 69 mila nuove assunzioni che comprendono anche le 28 mila nuove cattedre che il Miur dovrebbe acquisire anche l’anno prossimo.

Molte sono ancora le incertezze, dunque, su questo nuovo concorso della scuola dato anche il fatto che le 11 mila nuove assunzioni che provengono da quello del 2012 devono ancora essere ultimate. Ad agosto 2013, infatti, ancora in alcune regioni come Lazio, Toscana e Sicilia le graduatorie non erano ancora pronte causando uno slittamento ulteriore delle assunzioni.

Staremo vedere se questi “buoni propositi” del Ministro Giannini saranno realizzata e gli insegnanti potranno avere una nuova occasione per la corsa al posto fisso.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *