Vincolo triennale della mobilità: assegnazioni di titolarità

novembre 2nd, 2016 | by Redazione
Vincolo triennale della mobilità: assegnazioni di titolarità
Insegnanti di ruolo
0

Delle precise regole sorreggono il vincolo triennale della mobilità per quanto riguarda l’anno scolastico 2016/2017; in questo caso, bisogna citare la legge 107 che chiarisce nel dettaglio il CCNI 2016/17, il quale fa riferimento alla titolarità nell’ambito territoriale, precisando che una parte di docenti non avrà titolarità in una specifica scuola. Il docente assegnatario di titolarità in un ambito territoriale ha la possibilità di scegliere la scuola nella quale svolgere l’insegnamento, presentando candidatura attraverso l’invio del proprio curriculum vitae nelle scuole di interesse, anche se l’assegnazione finale dell’incarico spetta al dirigente scolastico tramite il meccanismo della chiamata diretta.

In pratica, l’assegnazione della scuola per l’incarico triennale dell’ambito di titolarità e la continuità del servizio interessa i docenti immessi in ruolo nelle fasi B e C sia da GM (fase B, sottofase 3-B) che da GaE (fase C) ed i docenti che vengono assunti nelle fasi 0 e A accontentati dalla domanda di trasferimento interprovinciale (fase D). Nella stessa situazione si potrebbero trovare i docenti immessi in ruolo nel corso dell’anno scolastico 2014/2015 che, dopo aver inviato la richiesta di mobilità interprovinciale sia territoriale che professionale (fase B, sottofasi 1-B e 2-B), non potranno essere soddisfatti per il primo ambito richiesto; lo potranno essere, invece, per uno degli altri ambiti territoriali segnalati tra le loro preferenze.

Dunque il vincolo triennale della mobilità non coincide con il triennio dell’incarico del docente da ambito su scuola, dal momento che il vincolo interessa anche l’anno 2015/2016 e terminerà nel corso dell’anno scolastico 2017/2018; il triennio di incarico del docente da ambito sulla scuola riguarda, invece, il 2016/2017, il 2017/2018, il 2018/2019, andando a coincidere con la maturazione del punteggio di continuità del servizio.

Vincolo triennale della mobilità: neoassunti

Per quanto riguarda i docenti neoassunti, come disciplinato dalla legge 107 che affronta l’argomento del vincolo triennale della mobilità, essi hanno la possibilità di chiedere il trasferimento su ambito territoriale di un’altra provincia, conservando comunque le stesse norme contrattuali, un anno prima della scadenza naturale dell’incarico triennale firmato con la scuola dell’ambito di titolarità; attualmente i docenti neoassunti possono inviare richiesta di assegnazione provvisoria per l’anno scolastico 2016/2017.

Per quanto riguarda i docenti neoassunti ed in particolare quelli titolari di ambito, essi avranno l’incarico triennale in una scuola, saranno condizionati per un triennio e non potranno avviare il trasferimento in un ambito territoriale di una diversa provincia. Si mantiene, in questo modo, il vincolo triennale della mobilità; per i docenti neoassunti nel corso dell’anno scolastico 2015/2016, la continuità del servizio inizia dal 2016/2017, in quanto l’anno precedente è da considerarsi come una sede provvisoria di assegnazione.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *