Concorso 2016 scuola primaria: alta la percentuale di bocciati

febbraio 28th, 2017 | by Redazione
Concorso 2016 scuola primaria: alta la percentuale di bocciati
Concorso docenti
0

In base alle graduatorie pubblicate dagli Usr, l’esito del concorso 2016 scuola primaria evidenzia un trend negativo: stando ai dati acquisiti, circa 700 docenti hanno superato la prova scritta a fronte di 5mila bocciature. Circa il 71% dei candidati non è stato ammesso all’orale: solo 11.102 candidati su 37.838 hanno, infatti, superato positivamente lo scoglio delle prove scritte. Si tratta comunque di dati parziali che riguardano solo una fetta delle prove concorsuali sostenute; facendo riferimento a 14 regioni al momento esaminate, mancano ancora all’appello gli esiti degli scritti in Emilia Romagna, Sardegna, Sicilia e Toscana.

In base ai recenti risultati del concorso 2016 scuola primaria elaborati tenendo conto delle graduatorie pubblicate dai singoli uffici scolastici regionali si hanno pochi quadri completi con scritti corretti ed orali terminati, che riguardano solo l’Abruzzo, la Lombardia, la Liguria, il Molise: i bocciati agli scritti sono stati l’83% dei candidati in Abruzzo, il 75% in Lombardia, il 69% in Liguria, il 63% in Molise; per quanto riguarda i dati parziali in riferimento alle regioni dove sono in corso le prove orali del concorso 2016 scuola primaria, si riscontra un risultato negativo con il concorso 2016 scuola primariarecord del 91% di bocciati nelle Marche, segue il 79% del Lazio, il 78% di bocciati nella regione Umbria, il 76% della Puglia, il 75% di candidati bocciati in Basilicata, il 70% di respinti in Campania, il 69% delle bocciature dei candidati della regione Calabria, il 55% del Friuli–Venezia Giulia, il 49% di bocciati nella regione Piemonte.

Nonostante il dato sia di per sé significativo, dal momento che in concreto si sono registrati 7 bocciati su 10 candidati ammessi al concorsone, che vanno così a lasciare vacante un posto su 5 nella scuola primaria, a rendere ancora più preoccupante la condizione attuale della scuola italiana è un altro dato strettamente connesso con i risultati del concorso 2016 scuola primaria: molti dei candidati che al concorso nazionale non hanno passato l’esame scritto attualmente svolgono attività di supplenza presso diverse scuole primarie della penisola.

Concorso 2016 scuola primaria: le cause delle bocciature

L’alto numero di bocciati agli scritti del concorso 2016 scuola primaria, rilevato dalle graduatorie pubblicate dagli Usr, ha spinto a ricercare le cause di questo dato allarmante in modo da giustificare questo trend negativo.

concorso 2016 scuola primariaTra i principali punti critici individuati da parte dei candidati che hanno partecipato al concorsone vengono segnalate le stesse modalità con cui è stata somministrata la prova scritta; questa è stata caratterizzata da domande troppo difficili a fronte di un limitato tempo a disposizione per terminare la prova: gli insegnati ammessi al concorso avevano a disposizione circa 18 minuti per quesito, un arco di tempo ridotto tenendo conto della complessità di alcuni quesiti alla base della prova scritta (8 domande di cui 6 a risposta aperta per 150 minuti); in particolare la struttura del concorsone prevedeva una sezione di lingua straniera considerata ostica dai candidati e dei temi troppo estesi da trattare nell’arco di meno di 3 ore.

I commissari d’esame che si sono trovati a correggere le prove scritte del concorso 2016 scuola primaria hanno, invece, riscontrato nei candidati delle incompetenze generali focalizzate su gravi carenze linguistiche evidenziate dai numerosi errori di tipo grammaticale tipici soprattutto nei bambini che frequentano le scuole elementari.

La prova orale: indicazioni essenziali

Coloro che hanno superato le prove scritte dovranno sottoporsi alle prove orali del concorso 2016 scuola primaria in programma a partire dal 23 marzo all’8 aprile; i candidati ammessi, che hanno ricevuto comunicazione a mezzo di posta elettronica, dovranno presentarsi presso la sede di svolgimento della prova orale ed effettuare tutte le operazioni di riconoscimento, ricordandosi di portare con sé un documento di identità in corso di validità.

Per terminare le operazioni concorsuali in tempo e favorire così il regolare svolgimento delle procedure di assunzione, i candidati hanno la possibilità di presentare i titoli dichiarati nella domanda di partecipazione dinanzi alla commissione esaminatrice prima dell’inizio della prova orale; non possono essere accettate autocertificazioni o dichiarazioni sostitutive.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *