Immissioni in ruolo 2017-2018: assegnazione senza chiamata del preside

agosto 2nd, 2017 | by Redazione
Immissioni in ruolo 2017-2018: assegnazione senza chiamata del preside
Insegnanti
0

In base alle informazioni riguardanti l’immissioni in ruolo 2017-2018 è emerso che per questo anno scolastico la chiamata diretta non verrà applicata, per cui i docenti saranno assegnati alle loro classi senza ricorrere a questo strumento tanto criticato della riforma Buona scuola. Il Miur ha dichiarato che le procedure di assegnazione dei posti di insegnamento dovrebbero terminare entro e non oltre il 14 agosto 2017, anche se questa previsione si dimostra alquanto ottimistica se si tiene conto che l’anno scorso la procedura è terminata attorno al 15 settembre, sarebbe un buon risultato per quest’anno conferire il posto ai docenti per il 1°settembre 2017.

Immissioni in ruolo 2017-2018

Resta ormai confermato che il meccanismo delle immissioni in ruolo 2017-2018 prevede ancora per un anno l’assegnazione senza chiamata diretta per coprire le 52mila assunzioni promesse dal ministro Fedeli; il compito degli Uffici scolastici resta quello di pubblicare i posti rimasti vacanti e disponibili tenendo conto dei trasferimenti della scuola superiore, delinenado così un quadro completo relativo ai spostamenti ed ai posti da coprire.

Dalle prime notizie emerse sul tema delle immissioni in ruolo 2017-2018 a quanto pare non pochi posti sono stati dati alla mobilità, con conseguente difficoltà di inserimento per i docenti collocati in GaE o nelle GM del concorso scuola 2016 ( sul totale dei posti disponibili il 50% sarà per le GaE e il 50% per le GM 2016; si potranno scorrere le graduatorie anche oltre il 10% degli idonei).

insegnanti di ruoloAttraverso il meccanismo dell’immissioni in ruolo 2017-2018, le nomine dovranno partire dai vincitori del concorso, a questi soggetti spetta infatti il privilegio di poter scegliere per primi gli ambiti, se si riscontra un numero dispari di posti, quello in più dovrà essere assegnato alla graduatoria che l’anno precedente ha risentito di una penalizzazione più significativa.

Immissioni in ruolo 2017-2018: procedura

I docenti che potranno aspirare all’assunzione, dovranno rispettare alcuni passaggi fondamentali che strutturano la procedura per le immissioni in ruolo 2017-2018 e che si articolano nelle seguenti fasi: diffusione dei posti disponibili; attivazione degli USR con le convocazioni per i docenti che devono scegliere l’ambito territoriale; scelta dell’ambito territoriale tramite il meccanismo dello scorrimento di graduatoria; inserimento del curriculum vitae se nell’ambito territoriale selezionato siano presenti più scuole, l’invio del curriculum vitae offre la possibilità al dirigente scolastico ed alle commissioni competenti di valutare attentamente ogni candidato; dovrebbe infine avvenire la firma del contratto del docente a cui è stato assegnato il posto.

Verranno coperti in modo soddisfacente le cattedre disponibili nei vari istituti scolastici nel nostro Paese?

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *